L’Associazione Alberio è il nostro modo di rispondere ai bisogni di accoglienza per minori e mamme in difficoltà con bambini, di inserimento lavorativo e di prevenzione del disagio nelle scuole.

heading

L’Alberio è un’associazione non avente scopo di lucro, di volontariato, costituitasi nel 1987 a San Giuliano Milanese su impulso e desiderio di Don Luigi Alberio, seguito da alcune valide persone animati da spirito di solidarietà, al fine  di rispondere al disagio, all’emarginazione e alle più generiche difficoltà privilegiando un’attenzione specifica verso i minori.

Durante i primi anni, l’Associazione si è prefissata come obiettivo il porre attenzione particolare a bambini in difficoltà, interessandosi a realizzare un impianto educativo mirante a riproporre valori familiari e cercando di offrire contesti sereni per una crescita equilibrata. Nascono quindi la Comunità minori, Betania, e una cooperativa di lavoro per il reinserimento di donne in difficoltà.

Nel 1990 l’Associazione cambia luogo per trasferirsi a Paderno Dugnano, dove nascono rapidamente, una dopo l’altra, diverse realtà, ciascuna con la stessa preziosa attenzione al disagio e alla creazione di nuove opportunità sociali. L’Associazione si espande al di fuori del territorio lombardo e dunque persegue le proprie finalità anche sul territorio nazionale.  L’Associazione si rinnova anche nel suo concreto operato: intende adoperarsi nell’accoglienza di minori in difficoltà in strutture quali la Comunità familiare e la Comunità mamma – bambino e  promuovere il benessere della persona attraverso interventi di consulenza psicologica e psicoterapica oltre che di accompagnamento personale.

(L’associazione è iscritta al registro del Volontariato della Regione Lombardia, foglio n.515-progressivo 2054-sezione A –SOCIALE- ai sensi della l.r. 24 luglio1993, n.22).

Scarica il pieghevole

heading

Fondatore dell’Associazione Alberio è don Luigi Alberio: nato a Rovello Porro nel 1945 ed ordinato giovanissimo nel 1969, oltre ad occuparsi dei propri compiti e doveri ecclesiastici, ha personificato con l’istituzione dell’Associazione che porta il suo nome il vero compito del sacerdote, essere trait d'union tra Dio e gli uomini. Don Luigi ha portato avanti negli anni il suo doppio mandato, come sacerdote prima e come presidente e quindi primo organizzatore di iniziative benefiche dell’Associazione poi, non dimenticando di concretizzare ciò che quotidianamente ripeteva ai fedeli. Don Luigi negli anni è stato fautore anche di scelte e prese di posizione radicali all’interno delle diverse comunità parrocchiali. Ha saputo reinventare le esperienze all’interno della vita diocesana, con sempre nuove iniziative che promulgassero la solidarietà e il confronto reciproco e a sua volta ha saputo ascoltare desideri e richieste di novità proposte dai propri parrocchiani.

Allo stesso tempo, ha portato il suo modo di essere anche all’interno dell’Associazione da lui fortemente voluta: ha saputo mantenere vivo nei soci e nei suoi collaboratori e volontari l’interesse per le nuove forme di disagio che nel corso dei periodi storici mutavano, cercando di informarsi e formarsi sempre più specificatamente per poter soddisfare i bisogni delle persone con gravi marginalità.

Don Luigi è un uomo, un sacerdote e un Presidente che ha scelto di “sporcarsi le mani” in ogni sua attività: sempre pronto alla comunicazione e al confronto, non arroccato sulle sue posizioni e lontano dalle persone. Facilmente lo si è visto nella sua attività sacerdotale passata e ora terminata in iniziative rivolte ai giovani e alle famiglie ( esperienze di campeggi e campi lavoro). Così come per le realtà dell’Associazione si è speso concretamente anche nel dialogo con persone con gravi disagi.

heading

...

COSA FACCIAMO


ATTIVITÀ


VIDEO RACCONTO


Tutto il possibile.
Per dare dignità a tutte le persone.
A tutte.

CONTATTI

Via Martin Luther King 32/34
20037 Paderno Dugnano (Ml)

info@associazionealberio.it
T. +39.02.99041285
F. +39.02.36540068

ULTIME NEWS

DIVENTA VOLONTARIO

I volontari sono la parte più preziosa di noi. Puoi dedicare qualche ora a settimana per dare una mano a chi si sente solo o chi è fragile, oppure scegliere di impegnarti nella tua comunità per renderla migliore e più vivibile.